Comunicati stampa

12/03/2019

Un gruppo di investitori guidato da Värde Partners e Guber Banca acquista un portafoglio di crediti in sofferenza originati da 22 banche di credito cooperativo, casse rurali e banche popolari

Milano, 12 marzo 2019 – Un gruppo di investitori guidato da Värde Partners e Guber Banca, in collaborazione con Barclays quale partner finanziario, si è aggiudicato un portafoglio di crediti in sofferenza originati da 22 Banche di Credito Cooperativo, Casse Rurali e Casse di Risparmio distribuite sull’intero territorio nazionale. Il valore lordo di libro (GBV) del portafoglio è pari a circa €734 milioni.

Il portafoglio comprende oltre 1.300 posizioni, la maggior parte secured e in parte minore unsecured. Il portafoglio è localizzato prevalentemente nel Nord-Est e nel Nord-Ovest.

L’acquisto del portafoglio è stato effettuato da un veicolo per la cartolarizzazione che emette multi-tranche notes, delle quali la parte senior (pari al 70%) viene sottoscritta dalle Banche stesse e la parte junior verrà finanziata in maggioranza da Värde Partners.

Una quota di minoranza delle notes sarà detenuta da Guber Banca che svolgerà, inoltre, il ruolo di servicer del portafoglio.

Tale operazione segue l’acquisizione, annunciata a luglio 2018, di un portafoglio di NPL dal valore loro di libro (GBV) di €1,397 miliardi.

Francesco Guarneri, Amministratore Delegato di Guber Banca, ha commentato: “Siamo molto soddisfatti di aver concluso con successo anche la seconda tranche dell’operazione in programma con CCB Cassa Centrale Banca – Credito Cooperativo Italiano S.p.A.- che assomma (tra prima e seconda tranche) a complessivi 2,1 miliardi di Euro; un’operazione di mercato e senza garanzia di Stato”.

Francisco Milone, Partner e Responsabile del Real Estate in Europa di Värde Partners, ha aggiunto: “L’Italia è un mercato estremamente importante per la nostra società. La profonda esperienza di Värde nell’investimento in Npl a livello globale insieme al nostro team locale e alla partnership con Guber, rappresentano una leva importante a supporto della nostra attività nel mercato italiano dei crediti non performing”.

Centrale Credit & Real Estate Solutions (CCRES), società del Gruppo Cassa Centrale Banca Credito Cooperativo Italiano, e Banca IMI (Gruppo Intesa Sanpaolo) hanno operato in qualità di advisor, coordinando le banche coinvolte sia nel processo di individuazione dei portafogli da cedere sia nell’iter di vendita, ed in qualità di arranger, strutturando una nuova operazione di cartolarizzazione a valere sulla piattaforma multi-originator per la cartolarizzazione di crediti in sofferenza di banche del mondo cooperativo. La piattaforma si conferma dunque un valido strumento per aiutare le banche del mondo cooperativo a smaltire gli stock di crediti in sofferenza.

Freshfields Bruckhaus Deringer LLP ha agito in qualità di advisor legale degli acquirenti.
leggi tutto l'articolo