News

Per Guber Banca arriva l’upgrade di Fitch.

Guber incassa l’upgrade di Fitch Ratings che ha aggiornato il report sulle valutazioni della Banca in qualità di Special Servicer. L’agenzia ha apprezzato il rafforzamento del sistema dei controlli interni e di una solida gestione dei processi di recupero, che dimostrano un alto livello di competenza.

Leggi l’articolo

Un capofiliera aggregatore tra i102 Guber Banca disegna una capsule a misura di Assomoda

Assomoda – Best Showroom e Guber Banca disegnano la capsule del reverse factoring a favore della filiera della moda. La storica associazione si unisce all’iniziativa i102 e da capofiliera atipico innesca un processo virtuoso di cui potranno beneficiare le centinaia di aziende associate.

Mauro Cianti, Fondatore e CEO di Don The Fuller Jeans, è stato il designer dell’operazione catalizzando da un lato le necessità aggregate del settore e dall’altro, dopo aver agevolato la trasformazione di queste esigenze nel Decreto Rilancio, trovandone una realizzazione concreta nel progetto promosso da Guber, attraverso la messa a disposizione della propria piattaforma Anticipo102.
“Guber è visionaria: il reverse factoring è il grande valore aggiunto di un progetto che permetterà alle aziende della moda di avere accesso a liquidità immediata. Questo strumento pare ancora sconosciuto ai più del nostro settore, ma è rivoluzionario: i fornitori di un grande marchio possono chiedere a Guber di beneficiare del pagamento anticipato delle fatture emesse e, entro tre giorni dalla conferma da parte del capofiliera, ricevono il bonifico direttamente dalla banca. Un beneficio a favore dell’intero sistema”, sostiene Mauro Cianti.

Pensiero condiviso da Giulio Di Sabato, Fondatore di Sari Spazio Fashion Showroom, uno dei più importanti distributori di moda a livello internazionale, e Presidente di Assomoda e di Best Showroom: “Nel 2003 Assomoda è stata la prima associazione, nel mondo della moda, a dotarsi di un Codice Deontologico: un regolamento etico-comportamentale degli agenti rappresentanti e distributori di moda. Sulla linea di questi stessi principi vogliamo che si dia un aiuto ai colleghi e alle aziende che si trovano in un momento di difficoltà; un aiuto concreto e immediato che porterà nuova liquidità nelle casse dei protagonisti della filiera e che darà nuovo impulso all’economia e una speranza agli imprenditori coraggiosi. Le banche come Guber sono le uniche a poter salvare questo sistema”.

La storia di Guber Banca, d’altronde, si lega sin dall’inizio al sistema della moda: dai primi anni Novanta, infatti, si è occupata del recupero delle fatture insolute per le più prestigiose marche del settore. “Le aziende di abbigliamento e accessori ci hanno aiutato a crescere e a specializzarci nella gestione di situazioni anche molto delicate. Mi sento di dire che siamo sentimentalmente legati al fashion system e per questo ci siamo dedicati a un progetto su misura”, ha affermato Francesco Guarneri, co-fondatore e CEO di Guber.

Aggiunge Gian Enrico Gilardi, project leader di Guber Banca: “Lo spirito del progetto i102 è quello di sostenere tutte le filiere italiane, da quella agroalimentare a quella meccanica, dall’industria dell’arredo e del design all’automotive, grazie ad uno strumento interamente digitale che semplifica i processi e dà liquidità alle PMI. Il Made in Italy è sinonimo di competenza, innovazione, artigianalità e tutela delle nostre radici, e noi abbiamo il dovere di essere innovatori anche in ambito finanziario.”

 

Leggi l’articolo

Guber Banca: 102 imprenditori per immettere 1 miliardo di euro di liquidità nelle filiere italiane

Guber lancia il sito “i102”, un contenitore innovativo di storie imprenditoriali virtuose. L’iniziativa ha l’obiettivo di sottolineare quanto il ruolo del management sia fondamentale in questa fase di ripresa del paese e quanto un’imprenditoria italiana sostenibile possa aiutare la filiera dei fornitori, spesso piccole e medie imprese, ad avere un flusso di liquidità costante e in tempi brevi.

I protagonisti dell’imprenditoria italiana che hanno deciso di far parte del progetto i102 raccontano, attraverso il nuovo sito web, le loro aziende e il ruolo centrale che esse ricoprono lungo la filiera produttiva nazionale.

Oltre a contenere interviste e pagine personalizzate dedicate ai partner, il sito web contiene informazioni di dettaglio sul progetto: attraverso storie di successo e innovazione, il sito i102 vuole essere un modo per ispirare gli imprenditori a creare una rete di supporto reciproco, anche tramite l’utilizzo della piattaforma digitale di reverse factoring “Anticipo 102”. Il progetto infatti favorisce la costruzione di una community a sostegno delle piccole e medie imprese.

Matteo Marzotto è tra i primi imprenditori ad aver creduto nel progetto i102 diventandone ambassador e sottolineando la necessità di garantire continuità alla filiera attraverso una finanza responsabile. L’invito agli investitori è quello di passarsi il testimone dando vita a un network forte.

Francesco Guarneri CEO: “La crisi pandemica ha travolto il mondo. Noi imprenditori italiani abbiamo il dovere di restare uniti e aiutarci l’uno con l’altro. Possiamo ripartire e tornare a crescere se condividiamo l’idea di essere in un unico eco-sistema in cui tutti siamo attori importanti. Non contano le dimensioni di un’impresa: ciò che conta è la qualità del fare impresa. 

Per questo dobbiamo sostenere le nostre filiere produttive. Dobbiamo supportare il Made in Italy che è sinonimo di competenza, innovazione, artigianalità e tutela delle nostre radici. i102 è un progetto ambizioso che vuole coinvolgere gli imprenditori italiani che hanno a cuore il rilancio del nostro Paese, che cercano di fare quotidianamente il meglio per la propria azienda, il proprio territorio e i propri partner. Persone che sanno quanto sia importante la liquidità per un’azienda fornitrice, per poter andare avanti giorno per giorno, in maniera sana e competitiva.

i102 è un progetto interamente digitale che intende anche promuovere un nuovo modo di fare Banca, attraverso la semplificazione dei processi di pagamento dei fornitori e la riduzione dei costi finanziari. Un sistema che va a vantaggio di tutti e che potrà dare oltre 1 miliardo di euro alle piccole e medie imprese italiane.

Leggi l’articolo

Mps e le pressioni per la bad bank, ma il Tesoro vuole la privatizzazione

Francesco Guarneri, che dal 1991 guida Guber Banca nel recupero dei crediti, stima un impatto ritardato, e maggiore per le aziende entrate nel lockdown in condizioni già fragili. «Il Covid promette di fare in economia quel che ha fatto in campo medico: colpire i soggetti deboli, le imprese con problemi pregressi.
Più che le sofferenze, saranno le esposizioni in bonis e le inadempienze probabili la maggiore sfida per le banche: anche perché sono quelle che richiedono più attenzione, risorse e risposte pronte».

Guber Banca: 102 imprenditori per immettere 1 miliardo di euro di liquidità nelle filiere italiane.

Guber Banca lancia “i 102” una iniziativa che vuole aggregare 102 imprenditori “capi-filiera” disponibili a supportare la piattaforma digitale di reverse factoring denominata “Anticipo 102” con l’obiettivo di immettere 1 miliardo di liquidità nelle filiere produttive italiane entro la fine del 2020.

Da Guber un miliardo alle filiere

Guber Banca lancia “i 102” un’iniziativa per aggregare altrettanti imprenditori capofiliera disponibili a supportare la piattaforma digitale di reverse factoring denominata Anticipo 102.

“I 102” Guber rilancia per le filiere italiane

Punta al coinvolgimento di centodue imprenditori per immettere un miliardo a supporto delle PMI.